Roma di Notte: Visite Guidate Serali tra Musei, Attrazioni e Cinema

Roma è senza dubbio una delle città più belle del mondo, così ricca di monumenti, di opere d’arte, di posti incantati da visitare che, per quante volte ci si ritorni, ci sarà sempre qualcosa di nuovo che ci stupirà e ci emozionerà.
Un’esperienza indimenticabile è, ad esempio, visitare Roma dopo che il sole è tramontato: la luce calda della sera avvolge allora la città eterna, donandole colori e atmosfere da sogno; quando poi mille luci si accendono, panorami indimenticabili si aprono dalle terrazze del Pincio o dal colle del Gianicolo.

Inutile dire che anche di notte tanti sono i luoghi da visitare, tanti i monumenti e i musei aperti fino a tardi e in questi percorsi nella Roma di notte ci si può affidare alle visite guidate che danno la possibilità di scoprire al meglio tutte le meraviglie della città eterna.

Ecco le tappe da vedere assolutamente nelle notti romane

Una delle prime tappe consigliata nella Roma di notte, è senz’altro il Colosseo che nelle sere d’ estate permette l’ultimo ingresso intorno alle 23; un tour guidato nell’arena prevede la visita nel cuore dell’anfiteatro, sino ai sotterranei, là dove gladiatori e belve feroci aspettavano di entrare nell’arena.

Dal Colosseo si può raggiungere l’isola Tiberina, lambita dalle acque del Tevere, passando attraverso i Fori Imperiali con i loro stupendi monumenti strategicamente illuminati.

In alternativa, si può scegliere una passeggiata sul lungotevere dove ai nostri occhi si aprirà tutto il fascino di una città magica e finire la passeggiata a Castel Sant’Angelo che sarà possibile visitare grazie ad eventi, concerti o visite guidate. Entrare nel Castello sarà una meravigliosa esperienza, un tuffo nella storia più tormentata di Roma e la scoperta di sale, di opere d’arte, di terrazze bellissime!

Chi è in cerca di forti emozioni ed è affascinato dal mondo dell’occulto può persino scegliere un percorso tra i fantasmi che popolano Roma di notte: si può partire dalla Basilica di San Pietro, dove si dice aleggi il fantasma di Giulio Cesare, per giungere poi a Castel Sant’Angelo dove fu decapitata Beatrice Cenci e pare che il suo fantasma si faccia vedere ogni anno nella notte tra il 10 e l’11 settembre, per finire al Pantheon, che nel maggio del 609, quando da tempio di tutti gli dei fu trasformato nella Chiesa di Santa Maria ad martyres, vide una folla di diavoli atterriti fuggire via dall’apertura della cupola.

Insomma, le cose da fare nelle notti romane sono talmente tante che sarebbe troppo lungo continuare ad elencarle: i musei che restano aperti anche di notte, i cinema, i teatri, i ristoranti caratteristici dove gustare magari una ricca amatriciana o i bar storici della movida.
Bisogna quindi solo armarsi di pazienza, informarsi bene e scegliere ciò che più vi attirerà, sicuri che qualsiasi percorso sceglierete, sarà un’esperienza indimenticabile che farà sì che Roma rimanga per sempre nei vostri cuori!

Leave a Comment