State per comprare casa nella capitale? Ecco alcune indicazioni per trovare il vostro Notaio a Roma

Se state per comprare una casa nella capitale, una delle incombenze con cui vi troverete senza dubbio a che fare è la ricerca di un Notaio a Roma che possa assistervi nelle diverse pratiche da svolgere. L’acquisto di un’abitazione è infatti una questione importante sotto diversi punti di vista: pensiamo infatti all’esborso finanziario e quindi alla rilevanza che assume nella vita delle persone, ma anche alla necessità da parte dello Stato di avere una visione chiara della proprietà degli immobili (alla base anche di diverse tasse), così come alle imposte legate proprio alle compravendite. Insomma, i motivi per cui rivolgersi a uno studio notarile sono diversi, primo fra tutti proprio il fatto che per determinare l’effettivo passaggio di proprietà di un immobile è necessario appunto un rogito notarile.

Cerchiamo dunque di rispondere ad alcune delle domande più comuni che potrebbero sorgere.

Notaio a Roma: le domande più frequenti

Se compro una casa in città, devo rivolgermi a un Notaio a Roma o posso sceglierlo anche altrove? In teoria potrete scegliere lo studio notarile che più vi aggrada, sempre tenendo conto che sarete voi (e la vostra controparte) a dovervi recare da lui: se dunque abitate in città, risulterà probabilmente più comodo trovare un Notaio a Roma che possa servirvi. Se invece abitate nella provincia romana o addirittura in un’altra città, potreste valutare altre possibilità: buona norma sarebbe però in questo caso prendere accordi o quantomeno avvertire la controparte perché non nascano problemi.

Quindi, ho trovato il Notaio a Roma cui voglio rivolgermi per il rogito. Chi paga? Di norma è l’acquirente dell’abitazione a sostenere le spese notarili, ma si tratta di una convezione, non di un obbligo: nulla vieta, in fase di contrattazione, di stabilire diversamente con il venditore. Per questo stesso motivo, il Notaio, in caso di inadempienza della parte che si era impegnata a sostenere le spese, può chiedere che sia l’altra a coprire il dovuto.

Cosa farà il Notaio per il rogito? Diverse cose: provvederà ad esempio a compiere una serie di verifiche che certifichino che la casa che stiamo comprando sia libera da vincoli o diritti di terzi, ma anche che sia regolarmente accatastata (tramite specifica dichiarazione del venditore), cioè che lo stato di fatto dell’abitazione corrisponda a quanto depositato presso il catasto. La presenza di abusi edilizi, anche parziali, ad esempio impedisce di portare a termine il rogito. Tra le altre cose il Notaio provvederà anche a riscuotere una serie di tasse e imposte che verserà a nostro nome. Redigerà anche un atto preciso e definito in ogni sua parte (il rogito appunto) che stabilisce, una volta debitamente registrato sempre a cura del Notaio, l’effettivo passaggio di proprietà dell’abitazione.

Come posso scegliere tra i tanti Notai di Roma quello che fa per me? Il ruolo del Notaio è di grande importanza e, dando per scontate competenza e serietà che sono alla base della professione notarile, quello che si dovrebbe venire a creare è un rapporto di fiducia: inutile dire che la percezione della qualità del servizio che ci viene reso è quanto mai personale. Nondimeno si tratta di un parametro molto importante, di cui tenere conto. Chiediamo quindi sì un preventivo notarile, in quanto il costo è senza dubbio una voce sostanziale, e verifichiamo che lo studio notarile non sia troppo scomodo o difficile da raggiungere rispetto alla nostra posizione, ma non limitiamoci a questi fattori pratici: diamoci modo e tempo per entrare in contatto con il professionista e lo studio e cerchiamo di capire se il servizio che avremo è quello che ci aspettiamo secondo i parametri che sono per noi più importanti. T
ra i tanti Notai di Roma, trovare quello che soddisfi le nostre aspettative non sarà certo difficile!

Leave a Comment