Tecnico del clima: tutte le mansioni svolte dall’esperto dei condizionatori

Il tecnico dei climatizzatori si occupa della manutenzione degli impianti di aria condizionata garantendo la loro longevità e assicurando il loro funzionamento nel corso del tempo. Ma come si fa a riconoscere un esperto affidabile? Un tecnico del settore, per poter essere in regola, deve essere in possesso della qualifica FER Fonti di Energie Rinnovabili secondo quanto previsto dal D. Lgs. n. 28 del 2011 al comma 1 lettera f dell’allegato 4. Inoltre, deve possedere la lettera C della Nuova 46/90 della Camera di Commercio (Decreto del 22 gennaio del 2007) e mettere a disposizione una certificazione personale e aziendale, in base al DPR n. 42 del 27 gennaio del 2012.

Chi si rivolge a un tecnico che si occupi di assistenza condizionatori a Roma, inoltre, può verificare la sussistenza di altri requisiti, non obbligatori ma comunque utili per capire se l’esperto di climatizzatori in questione è in grado di garantire lo svolgimento dei lavori a regola d’arte: per esempio, l’iscrizione all’albo delle imprese artigiane del territorio di riferimento o la disponibilità di un certificato di conformità di prodotto FGAS, grazie a cui è possibile provvedere alla riparazione, alla manutenzione o all’installazione di pompe di calore, di impianti di condizionamento di aria e di apparecchiature fisse di refrigerazione. Vale la pena di sapere che anche i clienti che affidano controlli o installazioni ad aziende o a persone che non dispongono del certificato FGAS rischiano di andare incontro a una sanzione amministrativa.

Che cos’è il certificato FGAS

Noto anche come patentino dei frigoristi, il certificato FGAS viene assegnato a chi si è sottoposto a una specifica formazione nel settore delle pompe di calore, dei condizionatori e degli impianti frigoriferi, con riferimento alla Regolamentazione Europea 842/2006. Gli esperti di climatizzatori sono, dunque, degli operatori gas fluorurati, che si occupano di svolgere controlli tecnici operativi relativi al funzionamento e alla manutenzione degli impianti e delle apparecchiature a cui si fa riferimento nel regolamento CE del 2006. Il loro ambito di azione riguarda il recupero, l’utilizzo, il contenimento e la distruzione dei gas fluorurati a effetto serra.

Le competenze degli esperti

Le competenze professionali possedute dai tecnici dei climatizzatori riguardano la conoscenza del funzionamento del ciclo frigorifero, della manutenzione ordinaria degli strumenti professionali che devono essere usati e delle condizioni di sicurezza che devono essere rispettate nei luoghi in cui sono presenti degli impianti elettrici. Non solo: le competenze hanno a che fare anche con la gestione eco-compatibile del refrigerante e degli impianti in tutte le fasi di installazione, di recupero, di riparazione o di manutenzione.

Chi si rivolge a un tecnico dei condizionatori qualificato, dunque, ha la certezza di poter contare sui servizi di un professionista che conosce la termodinamica elementare, che è in grado di effettuare i controlli per la ricerca di perdite e che è consapevole dell’impatto dei refrigeranti sull’ambiente, avendo ben presenti tutte le norme ambientali relative. Un’attenzione specifica, inoltre, viene destinata all’apprendimento dei controlli che devono essere svolti prima che un impianto venga messo in funzione o dopo che esso sia stato tenuto fermo per lungo tempo.

Leave a Comment